+39 015/813401
via Piacenza 11, 13900, BIELLA (BI)
anteo@gruppoanteo.it

PIATTAFORMA DI AGGREGAZIONE

Integriamo e supportiamo altre realtà del sociale, offrendo loro un quadro di stabilità e prospettive di sviluppo al di là di ogni attesa.

Anteo agente di aggregazione e sviluppo

Anteo Impresa Sociale ha costruito, nel suo processo di crescita, un know how ricco e articolato, in grado di integrare e supportare altre realtà del sociale, offrendo loro un quadro di stabilità e prospettive di sviluppo al di là di ogni attesa.

Significative operazioni di aggregazione hanno dato luogo a una confluenza di esperienze prestigiose e di elevatissima qualità in settori di servizi complessi rivolti a persone con patologie psichiatriche, affette da dipendenze patologiche, con disabilità.

Quando aggregare significa crescere

L’esito dei processi di aggregazione e delle conseguenti riorganizzazioni è un soggetto solido che contiene notevoli potenzialità in termini di innovazione e che si pone con approccio ricettivo e proattivo rispetto allo scenario nazionale del Terzo Settore.
Scopri alcune delle esperienze di aggregazione di maggior successo.

achille saletti ex presidente saman

Achille Saletti

Presidente di Saman Servizi, oggi Responsabile Comunicazione e Responsabile Servizi Area Dipendenze Anteo

IL PRIMO CONTATTO CON ANTEO

Il Presidente di Anteo, Luca Tempia, conosceva già Saman. In occasione di un tavolo di lavoro sui servizi psichiatrici in Puglia, nel 2016, ci fu il primo contatto diretto. Saman stava vivendo una fase di difficoltà finanziaria che la portava a verificare possibili soluzioni presso varie organizzazioni; nessun interlocutore, tuttavia, sembrava possedere i requisiti di affidabilità e serietà che ritenevamo indispensabili. Saman e Anteo, invece, si sono “piaciute” fin dai primi incontri esplorativi, a Milano. Ricordo che nel 2018 Luca volle dedicare una settimana a una sorta di “tour” nelle strutture Saman, per conoscerle, osservarle direttamente; così siamo andati insieme a Napoli, in Sicilia, a Ravenna… Ho percepito che era affascinato da alcuni aspetti di Saman: la sua storia, le capacità che ha messo in campo fin dagli inizi degli anni ’80 per comprendere e rispondere ai bisogni di salute in modo dinamico, nel tempo; e la figura carismatica del nostro fondatore, Mauro Rostagno, uomo di straordinaria intelligenza che ha sempre conservato credibilità, laicità e integrità. La collaborazione si è intensificata e articolata in uno scambio di competenze ed esperienze, prendendo presto la forma dell’affitto dell’azienda, per perfezionarsi, a breve, in un vero e proprio acquisto.

IL VALORE AGGIUNTO GENERATO DALLA COLLABORAZIONE CON ANTEO

Il valore aggiunto può riassumersi principalmente in due parole: stabilità e progettualità. Anteo possiede e offre tutte le caratteristiche necessarie per riuscire a leggere e cavalcare i temi del sociale. Spesso le realtà del terzo settore si trovano a subire i cambiamenti, a volte a rincorrerli. Anteo, invece, dispone delle energie non solo finanziarie ma anche ideative per giocare un ruolo concretamente proattivo e innovativo. Un altro elemento che a mio avviso fa onore ad Anteo è il rispetto che mostra per le risorse pubbliche: ci sono molti modi di gestire i flussi finanziari provenienti dalle Committenze pubbliche e Anteo ha scelto la via della sobrietà. Non sprecare queste risorse significa rispettare la collettività e questo orientamento è radicato nell’identità di Anteo.

Personalmente, inoltre, vivo questa esperienza come un’ulteriore opportunità di esercizio di curiosità. L’umanità è l’umanità, non l’ho mai suddivisa in mondi: in Anteo, occupandomi non solo di dipendenze, ma anche di servizi rivolti agli anziani e alle persone disabili in particolare, ho avuto modo di scoprire quanto alcuni temi siano trasversali.

LA PRIMA PAROLA CHE ASSOCIA AD ANTEO

Futuro.

Emanuela Sartini

Presidente (fino al 2014) della Cooperativa Arca di Cardano al Campo (VA), attualmente Responsabile Amministrativa e Vicedirettore della RSA “Pindaro” di Milano

IL PRIMO CONTATTO CON ANTEO

Arca ha incontrato Anteo per caso, anzi per sincronicità. Un amico comune mi ha presentato il Presidente Luca Tempia nel periodo in cui ero impegnata in una grande avventura: la costruzione della nostra nuova sede, strutturata per adempiere alle nuove normative regionali. Ho conosciuto Luca nella nostra ex sede, uno stabile degli anni ’30 al quale ero molto affezionata, e ci siamo trovati immediatamente sulla stessa lunghezza d’onda: i nostri valori, il senso che davamo alla cooperazione, anche alcuni aspetti delle nostre storie personali erano identici. Sono stata invitata a Biella, sono stata accolta nella sede Anteo con molto gentilezza. E Luca ha visto la sede di Arca in costruzione, a Cardano, in cui ancora oggi sono collocati i servizi diurni per disabili “Il Faro” e “Il Molo” e la comunità “La Baia”: un investimento notevole che ci ha esposto a una fragilità finanziaria non prevista. Anteo è venuta in aiuto ad Arca, offrendo un percorso verso una nuova stabilità, sfociato, nel 2014 in una fusione per incorporazione.

IL VALORE AGGIUNTO GENERATO DALLA COLLABORAZIONE CON ANTEO

La fase iniziale è stata praticamente perfetta e ha improntato il lavoro degli anni successivi: tutto il personale di Arca è stato assorbito in Anteo a pari condizioni, con la tranquillità che deriva non solo dalla percezione regolare e puntuale dello stipendio, ma anche da un’organizzazione del lavoro molto attenta.

La gestione dei servizi è avvenuta in continuità con l’impostazione precedente e tutto è proceduto serenamente, con giornate fisiologicamente faticose ma ricompensate con il giusto riconoscimento.

Il valore aggiunto che ho percepito è stato notevole: dal punto di vista organizzativo, abbiamo avuto a disposizione nuovi strumenti; l’attenzione per la qualità è stata orientata e supportata in modo concreto e molto efficiente. Ci siamo trovati a ragionare in un modo diverso: non sempre ho avuto il cervello collegato al cuore; di fronte a un bisogno, tendevo a trovare soluzioni più “di cuore”, valutando solo in secondo tempo il fattore economico, in particolare; in Anteo, invece, questa componente è forte. E condivido pienamente questa prospettiva: è necessario integrare le due dimensioni, per il bene di tutte le persone coinvolte. Uno sguardo pragmatico ed esperto è indispensabile. Così come è essenziale non essere soli nella gestione, potersi confrontare fra professionisti, ciascuno con le proprie esperienze e competenze, per gestire al meglio la complessità di servizi delicati e così importanti per le persone fragili.

Personalmente, poi, mi sono trovata in un ruolo diverso, meno gestionale-direttivo e più operativo, in una realtà che ha completato in maniera ottimale la mia parabola professionale, sviluppata, nel corso degli anni, nei mondi della disabilità e delle patologie psichiatriche, delle tossicodipendenze, del carcere, dei percorsi di reinserimento lavorativo.

LA PRIMA PAROLA CHE ASSOCIA AD ANTEO

Sintonia: la mia è una mente che progetta e spesso mi sono venute idee che è stato un piacere condividere con i colleghi, in Anteo. Per non fermarsi.

casullo

Angelo Casullo

Presidente della Cooperativa Futura di Foggia, attualmente Coordinatore della CRAP (Comunità Riabilitativa Assistenziale Psichiatrica) di Anzano di Puglia (FG)

IL PRIMO CONTATTO CON ANTEO

Il primo contatto è avvenuto nel 2000: il dott. Giuseppe Pillo, psichiatra all’avanguardia, attivo presso il CSM di Troia (FG), ha individuato in Anteo un possibile partner per Futura per la realizzazione congiunta di servizi per paziente psichiatrici sul territorio pugliese. Alla base di questo suggerimento, il comune modello teorico e gestionale, quello fondato sulla riabilitazione psichiatrica, che entrambe le cooperative, tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90, hanno sviluppato e applicato nei rispettivi territori. Quando, nel 20915, la Cooperativa Futura ha cominciato ad avere difficoltà finanziarie legate a ritardi di pagamenti da parte delle sue committenze, la collaborazione con Anteo ha assunto un volto nuovo. Sapevamo che Anteo nel frattempo aveva fatto passi da gigante, estendendo i suoi servizi in altre aree del sociale, in particolare residenze per anziani, e consolidando le sue competenze. Il Presidente, Luca Tempia, ha fin da subito esplicitato che uno dei compiti prioritari della cooperativa biellese era la solidarietà, vale a dire stare accanto e sostenere realtà più piccole e più esposte a fragilità di vario genere. Da una copertura di spese strutturali, nel 2015, si è quindi passati a un affitto di ramo d’azienda (2016-2018) e, infine, al perfezionamento dell’acquisto di tre Comunità Riabilitative e due Comunità Alloggio nel foggiano, a seguito dell’affermazione di Anteo in sede di procedura di gara (2020).

IL VALORE AGGIUNTO GENERATO DALLA COLLABORAZIONE CON ANTEO

Partendo dal comune orientamento all’Ospite, grazie ad Anteo abbiamo acquisito un prezioso patrimonio di natura organizzativa: procedure e modulistica hanno permesso un enorme incremento della qualità del servizio in termini di efficienza. Inoltre, di fronte a qualsiasi problema abbiamo potuto contare su di una rete solida e sempre pronta alla collaborazione. In questo modo, la distanza geografica non è mai stata un ostacolo. Anche durante la pandemia del 2020, abbiamo avuto contatti continuativi ed efficaci con la Referente di Area, la dott.ssa Mariavittoria Leone, sulla quale possiamo sempre contare e che, non appena è stato possibile, ha ripreso le sue visite periodiche presso le strutture pugliesi.

LA PRIMA PAROLA CHE ASSOCIA AD ANTEO

Serenità: “finalmente è arrivata l’aurora”, mi viene da dire. Prima dell’intervento di Anteo, eravamo in una situazione di profonda negatività; lo stato d’animo degli Operatori, segnato dalla precarietà, rischiava di influenzare anche gli Ospiti, caratterizzati da una grande sensibilità. Ora il clima generale è molto disteso e possiamo tutti lavorare al meglio.