+39 015/813401
via Piacenza 11, 13900, BIELLA (BI)
anteo@gruppoanteo.it

PARTNERSHIP CON IL PRIVATO E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Realizziamo forme innovative di partnership con il privato e la pubblica amministrazione, mettendo a disposizione competenze progettuali e gestionali d’eccellenza.

ANTEO PARTNER D'ECCELLENZA PER PRIVATO E PA

La nostra Impresa sociale non si è mai rapportata alla Committenza ponendosi come semplice esecutrice di capitolati di appalto.

Mettendo in campo professionalità ed esperienza, Anteo ha costruito relazioni di fiducia ed esperienze di riuscita sussidiarietà e ha espresso una crescente capacità di affiancare i soggetti pubblici con proattività e realizzare in maniera sinergica risposte condivise per le esigenze delle comunità in cui opera.

Soluzioni innovative per un welfare sostenibile

Scopri alcune tra le partnership di maggior successo: le esperienze con il Comune di Santhià e con la Comunità Montana Valsesia

Angelo Cappuccio

Sindaco della Città di Santhià (VC) dal 2011

IL PRIMO CONTATTO CON ANTEO

Il primo contatto è stato occasionato dal bando pubblico di gara che il nostro Comune ha pubblicato, circa dieci anni fa, per affidare la gestione della Residenza Sanitaria per Anziani, l’Asilo Nido e la farmacia comunale. Anteo si è aggiudicata la gara e si è così avviata una collaborazione sempre improntata al dialogo e alla collaborazione: esattamente quello che deve avvenire fra pubblico e privato sociale per gestire al meglio i servizi che portiamo alla cittadinanza.

IL VALORE AGGIUNTO GENERATO DALLA COLLABORAZIONE CON ANTEO

Abbiamo sempre lavorato insieme in nome della condivisione, aggiornandoci reciprocamente per gestire bene le varie attività, per metterci al lavoro su ciò che poteva essere migliorato, per trovare le strategie migliori di fronte alle difficoltà.

Il nostro Comune, diversamente da quanto avvenuto in altri contesti, ha fatto una scelta ben precisa: investire nella casa di riposo per prenderci cura dei nostri anziani, per far sì che i familiari li potessero tenere vicini, mantenendo e coltivando agevolmente legami affettivi essenziali per tutti.

Due occasioni, in particolare, ci hanno consentito di apprezzare la qualità della partnership con Anteo: i lavori di ristrutturazione e adeguamento della RSA alle normative di settore e la gestione della pandemia da Covid-19. Nel primo caso, gli interventi sono stati effettuati garantendo la continuità del servizio, grazie alla preziosa flessibilità degli Operatori; questi ultimi ci hanno anche supportato nella comunicazione con i familiari, ai quali abbiamo spiegato che, a fronte di piccoli disagi temporanei, avremmo offerto sensibili miglioramenti sul piano del comfort e della sicurezza. Nel secondo caso, abbiamo riscontrato prontezza e senso di responsabilità nel perseguire, al nostro fianco, il comune obiettivo della tutela della salute dei nostri anziani.

Personalmente ho sempre tenuto molto a essere presente in RSA: prima dell’emergenza sanitaria, le mie visite erano assidue e ora, a breve, riprenderò con piacere questa attività con la stessa regolarità. Incontrerò ogni volta con grande gioia Ospiti e operatori.

LA PRIMA PAROLA CHE ASSOCIA AD ANTEO

Non una sola parola, ma tante: spirito di collaborazione, efficienza, organizzazione e, per quanto riguarda gli Operatori, dedizione e grande cura per gli Ospiti.

Renata Antonini

Responsabile Settore Servizi alla Persona dell’Unione Montana Valsesia dal 1997

IL PRIMO CONTATTO CON ANTEO

L’inizio della collaborazione risale a circa 20 anni fa: Anteo si aggiudicò allora la gestione di una serie di servizi che, nel tempo, si sarebbero notevolmente ampliati e articolati. All’epoca, per esempio, erano in fase di consolidamento e ampliamento alcuni interventi per la tutela dell’infanzia e dell’adolescenza derivanti dai finanziamenti della Legge 328 dell’anno 2000, che avrebbero successivamente dato origine all’Equipe Minori, l’Educativa Territoriale Handicap così come ora configurata, il Centro Anziani le cui basi derivavano da un finanziamento europeo che successivamente con vari passaggi si è trasformato nell’attuale Centro Diurno Anziani e Alzheimer. Muoveva i primi passi la Comunità per disabili (RAF di Tipo B) “L’Albero”, uno dei nostri “fiori all’occhiello”, nata dall’idea dell’Associazione Handicappati Valsesia, che ha profuso nel progetto un grande impegno.

Gli assetti dei servizi sono mutati a fronte di bisogni emergenti dal territorio con crescente complessità e Anteo è stata al nostro fianco, condividendo il nostro “sguardo di realtà”, insieme ad Amministrazioni comunali sempre molto presenti e attente ed insieme ad un associazionismo molto attivo, per attraversare il cambiamento in modo propositivo e costruttivo.

IL VALORE AGGIUNTO GENERATO DALLA COLLABORAZIONE CON ANTEO

La collaborazione con Anteo è sempre stata caratterizzata dalla comune volontà di mantenere aperti e costanti il dialogo e il confronto per la costruzione dei servizi e delle attività.

Il 2020, inoltre, ha evidenziato particolarmente la dedizione degli operatori: tutti hanno lavorato con presenza e costanza. Ricordo che l’area amministrativa non ha badato a orari né a fine settimana. La cooperativa tutta si è spesa per gestire insieme a noi criticità del tutto nuove e momenti di emergenza che hanno richiesto risposte particolarmente tempestive.

La partnership si è sviluppata nel segno di un’impronta evolutiva costante: le nuove sfide riguardano il gruppo appartamento per disabili che sarà avviato in continuità con “L’Albero” e il progetto “Pagina Bianca”, rivolto a pazienti affetti da malattia di Alzheimer o altre patologie neurodegenerative e finanziato grazie alla donazione di un benefattore del territorio, Achille Burocco. Per quanto riguarda quest’ultimo, gli operatori impegnati saranno tutti di Anteo; attingeremo a modelli di eccellenza, come quello modenese, e costruiremo percorsi formativi estremamente specialistici in collaborazione con la ASL di Imperia che ha maturato esperienze in questo settore. Anche il progetto della Casa Famiglia di Prato Sesia, comunità di tipo familiare per anziani autosufficienti è un progetto “giovane”, un’esperienza che va oltre le concezioni tradizionali dei servizi per anziani, che ci vede collaborare passo a passo con Anteo. Sperimentare e affrontare nuove sfide è realmente possibile se si può contare su alleanze basate sulla conoscenza reciproca e sulla fiducia.

Rapportandomi costantemente sia con la Direzione sia con i referenti aziendali Anteo, ma anche con ciascuno degli operatori dei servizi, posso dire di aver sempre percepito una cifra di umanità molto positiva. Fra gli operatori, ho incontrato persone competenti, qualificate e interessate a ricevere il coordinamento organizzativo e la formazione necessari per lavorare bene in gruppo, per fare rete. Anteo si dimostrata una realtà solida, attenta alla qualità, orientata a investire in questi fattori in grado di incidere sulla serenità di chi opera al servizio di persone fragili. Nell’interpretazione della nostra partnership, quindi, noi e Anteo non abbiamo mai perso di vista il singolo operatore.

LA PRIMA PAROLA CHE ASSOCIA AD ANTEO

Non una parola sola, ma una sorta di area semantica che contiene la solidità di gestione del personale, l’intesa sulle scelte, la volontà di ascolto, la solidarietà nell’agire, la voglia di pensare e crescere insieme, l’integrazione di attività e idee nell’ambito del sistema dei servizi al cittadino. Emerge così, forte, la percezione di aver costruito insieme qualcosa di importante